Home » Articoli » Comunicazione » L’importanza di saper dialogare

L’importanza di saper dialogare

L’importanza di saper dialogare - Il medico comunica

Per un dialogo è necessaria la reale partecipazione di due persone

La visita medica è un dialogo continuo, in cui medico e paziente si alternano nel parlare, ascoltare, comprendere, rispondere, chiedere. Eppure molte visite mediche a cui ho assistito sono semplici monologhi alternati, che portano quasi inevitabilmente a scarsa compliance, limitano la fiducia e riducono persino l’efficacia delle terapie.

Dialogare presuppone buone capacità di ascolto, a cui si devono aggiungere le domande adeguate e utili e le risposte più consone, in una alternanza dove ciascuno esprime e comprende.

Dialogare è un’arte: frase fatta e banale, ma non per questo meno vera, soprattutto in tempi come il nostro dove la tendenza al monologo in presenza di altri è quanto mai sviluppata.

Se dialogare può essere definita un’attività complessa, guidare un dialogo lo è ancor di più. Eppure  è questo uno dei ruoli principali del medico, più ancora del mettere insieme sintomi e farmaci: attività per cui anche un sistema informatico può offrire un valido supporto.

Il dialogo tra medico e paziente, correttamente guidato dal medico, ha una componente di dialogo socratico, maieutico, in cui il medico estrae le informazioni utili, e una componente informativa, in cui il medico comunica le necessarie disposizioni e si assicura che il paziente le abbia comprese e condivise, se ne sia reso complice e partecipe.

Esistono anche dialoghi diversi, come ad esempio quelli che sostengono le riunioni tra più persone, soprattutto se finalizzate a trovare accordi, soluzioni, obiettivi comuni.

Mai come oggi imparare a dialogare è una necessità!