Home » Mettiti alla prova » Io ti vedo, tu mi senti?

Io ti vedo, tu mi senti?

Io ti vedo, tu mi senti? - Il medico comunica

Incomprensioni ... motivate

"Vede, dottore, vorrei che lei mi inquadrasse esattamente la situazione. La mia malattia mi crea grossi problemi."
"Mi ascolti, signora. Capisco che lei si possa sentire giù di tono, ma non ce n’è davvero motivo. Non voglio semplicemente smorzare le sue preoccupazioni: la sua sensazione di dolore acuto non deve preoccuparla."
"Ma io provo un fastidio accecante! Certo che la sua visione è diversa dalla mia: sono io che sto male."
"Signora, capisco e non credo assolutamente che lei voglia amplificare le cose, lasci che le racconti più dettagliatamente la sua malattia."
"Voglio solo il suo punto di vista: quando guarirò? Magari sono io che le ho illustrato un quadro confuso, ma mi aiuti a mettere a fuoco il mio futuro."
Domande

Al di là del dialogo ridicolo, quasi inevitabile quando si vogliono accentuare certi aspetti, è palese che il dialogo tra questo medico e questa paziente ha delle difficoltà.
  • A quale aspetto della comunicazione si fa riferimento?
  • Perché il dialogo è così difficile, al punto di sembrare quasi una rissa?
  • Cosa dovrebbe essere modificato?
  • Chi dovrebbe procedere con il cambiamento?
  • Come si può migliorare questo dialogo?

Le risposte nel file allegato