Home » Mettiti alla prova » Test » Il filtro sensoriale prevalente - Test

Il filtro sensoriale prevalente - Test

Il filtro sensoriale prevalente - Test - Il medico comunica

La programmazione neurolinguistica ha definito che ciascuno di noi ha un filtro sensoriale prevalente, cioè usa maggiormente uno dei sensi per conoscere e rappresentare il mondo

 

 

In questo sito trovate numerosi articoli su questo argomento e su come sviluppare i filtri sensoriali.

Infatti se conoscere qual è il nostro filtro prevalente ci aiuta a capirci meglio, sviluppare quelli che usiamo meno è importante per aumentare la nostra flessibilità e per raggiungere l’eccellenza in ciò che facciamo.

Secondo la PNL ciascuno di noi è un mix pressoché unico e irripetibile, tuttavia possiamo grossolanamente identificare tre classi, ottenendo la classificazione VAK.

V = Visual utilizzo prevalente della vista

A = Auditory utilizzo prevalente dell’udito

K = Kinesthetic utilizzo prevalente del tatto (e, aggiungo io, del gusto e dell’olfatto, cioè dei sensi esperieziali)

Il test è basato sui comportamenti e, pur senza avere valenza assoluta, fornisce indicazioni per identificare di quale gruppo fai parte. A te, poi, lo sviluppo e il miglioramento costante.

 

Come fare il test: leggi la domanda e, molto velocemente, identifica quale risposta corrisponde al tuo comportamento abituale

A fianco della risposta, tra parentesi, trovi la lettera che contraddistingue il gruppo

Somma le lettere e otterrai la risposta.

 

1. Sei appena uscito da casa e ti accorgi di avere   una macchia sul vestito

Che importa? Non si vede neanche! (K)

Dipende, se ho tempo vado a cambiarmi   (A)

Devo assolutamente cambiarmi, anche   se sarò un po’ in ritardo (V)

2. Camminando per strada mi capita spesso di

Ascoltare quello che avviene attorno   a me (A)

Specchiarmi nelle vetrine (V)

Guardare attentamente dove metto i   piedi e non accorgermi se incontro qualcuno che conosco (K)

3. Incontrando un vecchio amico che non vedi da   moltissimi anni, pensi …

Mi emoziono, assalito dai ricordi   della nostra amicizia (K)

Faccio i conti di quanti anni sono   passati dagli eventi salienti della nostra amicizia (A)

Ricordo le immagini di quando eravamo   piccoli, com’era e com’era vestito (V)

4. Quando parlo di qualcosa che mi sta a cuore

Parlo molto, molto velocemente (V)

Puntualizzo col tono della voce le   parole più importanti (A)

Parlo lentamente, cercando i vocaboli   che meglio esprimono quello che voglio dire (K)

5. Devi montare un mobiletto dell’Ikea

Guardo le immagini delle istruzioni (V)

Butto le istruzioni e vado per   tentativi: prima o poi ci riesco (K)

Cerco qualcuno che mi legga le istruzioni   mano a mano che procedo (A)

6. Quando devo acquistare qualcosa:

Ho già visto cosa desidero e quindi   so già cosa comprare (V)

Compro d'impulso, se una cosa mi   piace (K)

Mi lascio consigliare prima di   acquistare (A)

7. Cosa deve essere presenta nella mia vacanza   ideale

La possibilità di parlare con la   gente del posto (A)

La possibilità di immergermi nella   natura (K)

La possibilità di vedere posti nuovi,   monumenti, mostre (V)

8. Per affrontare un esame, un colloquio, mi serve

Immaginarmi prima la situazione (V)

Sapere di essere ben preparato, di   aver studiato (A)

Sentirmi sereno, in pace con le mie   emozioni (K)

9. Mi fido di qualcuno se

Mi trasmette una sensazione positiva   (K)

Quello che dice è logico e   convincente (A)

Mi comunica un’immagine seria e   positiva (V)

10. Di una pubblicità ricordo

Alcune parole chiave (A)

Le sensazioni e le emozioni che,   globalmente, mi suscita (K)

Le figure, le immagini che   l’accompagnano (V)

 

Prevalenza di V = il filtro sensoriale che usi maggiormente è la vista e appartieni al gruppo dei Visivi (si stima che sia la maggioranza della popolazione)

Prevalenza di A = il filtro sensoriale che usi maggiormente è l’udito e appartieni al gruppo degli Auditivi

Prevalenza di K = il filtro sensoriale che usi maggiormente è il tatto e appartieni al gruppo degli Cinestesici

 

Chi è favorito? Chi ha un mix equilibrato ed è in grado di usarli tutti! E, credetemi, si impara!