Home » Articoli » Comunicazione

Comunicazione

Un occhio alla TV: Touch

Un occhio alla TV: Touch - Il medico comunica

Touch è una serie di telefilm americani che può essere “letto” su vari livelli

Nei suoi panni

Nei suoi panni - Il medico comunica

Come e quando il medico dovrebbe mettersi nei panni del paziente?

Convinzioni limitanti e Modelli mentali: cosa sono?

Convinzioni limitanti e Modelli mentali: cosa sono? - Il medico comunica

Spesso chi parla di comunicazione, o benessere, usa termini come modelli mentali o convinzioni limitanti. Di che cosa si tratta?

Cosa serve sapere al medico sulla comunicazione medico – paziente?

Cosa serve sapere al medico sulla comunicazione medico – paziente? - Il medico comunica

La risposta più banale, e istintiva, è tutto o, almeno tutto quanto serve. ma è una risposta semplicistica ad una domanda più complessa di quel che sembra.

Come capire se il paziente ascolta?

Come capire se il paziente ascolta? - Il medico comunica

Una delle maggiori carenze di oggi è la capacità di ascolto. E nella visita medica subentrano anche altre difficoltà, proprio quando è indispensabile, invece, che il paziente ascolti.

Il mio modo di comunicare è davvero sbagliato?

Il mio modo di comunicare è davvero sbagliato? - Il medico comunica

Molti medici, con molti anni di esperienza, mi chiedono se davvero le loro abitudini e modalità di comunicazione vanno considerate sbagliate. Vi racconto cosa penso io.

Concetti di comunicazione: i truismi

Concetti di comunicazione: i truismi - Il medico comunica

Se siete interessati alla Comunicazione prima o poi troverete questo termine: TRUISMI.
Ma di che cosa si tratta?

A cosa serve la grammatica?

A cosa serve la grammatica? - Il medico comunica

A scuola ho studiato grammatica. Avevo una maestra severa alle scuole elementari, e ho basi grammaticali piuttosto solide. Ma mai avrei pensato che mi potessero essere davvero così utili!

Comunicare è un dono di natura?

Comunicare è un dono di natura? - Il medico comunica

Molti sono convinti che Comunicare sia un dono di natura riservato agli estroversi, ma non è così.