Home » Letti anche per voi » Abilità di comunicazione col paziente? Anche se fosse utile non saprei ...

Abilità di comunicazione col paziente? Anche se fosse utile non saprei ...

Abilità di comunicazione col paziente? Anche se fosse utile non saprei ... - Il medico comunica
Bruno Bertone - Abilità di comunicazione col paziente? Anche se fosse utile non saprei come cominciare!- TN&D 66-68, 2011
Sa scrivere, il dr. Bertone. L’articolo tratta un argomento complesso, facendo sia una sorta di review della letteratura che un’esposizione di idee e riflessioni, eppure si legge e si comprende rapidamente, e suscita anche alcune riflessioni.
L’argomento? L’importanza della relazione medico – paziente nei dializzati. Ma le tematiche e i suggerimenti possono anche essere utilissime per tutti i pazienti con malattie gravi e croniche.
Utilissimi, e validissimi, anche i suggerimenti:
Essere empatici non significa disperarsi col paziente, a lui è sufficiente sentirsi compreso ed accettato come persona. Quando si favorisce l’espressione dei sentimenti, è possibile che il paziente dia sfogo alle proprie emozioni attraverso il pianto ed espressioni di disperazione: «cosa potrò fare?», «… cosa mi succederà?» Fondamentale, per evitare il burnout, sarà l’evitare di farsi carico dei problemi del paziente e non confondersi con lui. La persona malata dovrebbe poter camminare con le proprie gambe ed autogestirsi, i curanti dovrebbero intervenire solo quando ci fosse mancata adesione alla terapia e alla dieta. Quando poi il paziente avesse comportamenti virtuosi non ci si dovrà attendere che questi siano stabili (si veda l’articolo “Una paziente quasi ideale”). I pazienti ricadono spesso in comportamenti poco produttivi per le loro condizioni di salute. Oltre ad avere queste accortezze si dovrà tenere presente che i pazienti, sino a che non abbiano raggiunto una fase di “accettazione” della loro malattia, saranno scarsamente collaborativi, semplicemente perché soggiacciono a un processo psicologico di adattamento che è stressante e di difficile gestione
 
Complimenti, dr. Bertone, e scriva altri articoli!