Home » Letti anche per voi » 5 modi per aiutare davvero il paziente

5 modi per aiutare davvero il paziente

5 modi per aiutare davvero il paziente - Il medico comunica
Doctor Patient Relationship: 5 Ways Doctors Can Really Help Patients - Thomas Goetz ottobre 2010
sono un fautore del paziente coinvolto, delle persone che si fanno carico della loro salute. Ma in realtà, in questo Paese, i pazienti che gestiscono la loro salute sono un’eccezione
Comincia così l’articolo del dr Goetz. Un articolo decisamente interessante che si propone di fornire suggerimenti su come il medico può aiutare il paziente, ma in realtà offre molto di più: indicazioni su come aumentare la compliance e, soprattutto, consigli su come il medico può conquistare la piena fiducia del paziente.

Trasparenza
Il medico che sa tutto è un mito. I medici dovrebbero condividere ciò che sanno sulle condizioni del paziente e sul trattamento, e anche far chiarezza su cosa non sanno. Informate i pazienti sulle possibili scelte terapeutiche. Il presupposto che il paziente non sappia gestire le ambiguità è completamente falso.

Ripetizione
Apparentemente il paziente segue ogni parola del medico, ma la visita medica in sé comporta ansia e paura. Appena fuori dalla porta del medico quasi tutto viene dimenticato, inclusa la posologia. Ripetete tutto più volte e inducete il paziente a prendere appunti

Risorse
Considerate internet una risorsa. In ogni caso il paziente la consulta o l’ha già fatto. Accettate la cosa e parlatene con il paziente eventualmente spiegando cosa non condividete e perché di ciò che hanno letto.

Pazienza
Solo perché il paziente non fa ciò che avete detto, non è completamente irrazionale. Può darsi che abbia ottimi motivi. Ascoltate e capite le sue ragioni

Obiettivi
Invece di far uscire il paziente dall’ambulatorio con una lista delle cose da fare, fatelo uscire con un cammino da percorrere, alcune tappe da raggiungere e uno scopo.
La natura umana è costruita in modo che facciamo di più, e meglio, se abbiamo un obiettivo e se ci rendiamo conto che stiamo facendo progressi
Vi invito a leggere l’articolo per intero: lo merita.